Arteterapia

Di cosa si tratta?

Nasce nella seconda metà del ‘900, come confluenza di esperienze diverse, psichiatriche/psicoanalitiche e artistiche. La terapia d’arte è un metodo che si basa su un principio molto semplice: attraverso l’atto creativo la persona è in grado di esprimersi e di comunicare, rievocare ricordi, sensazioni e sentimenti.

Con l’arteterapia (arti visive e plastiche) la persona sperimenta i materiali artistici e mediante un linguaggio simbolico, cioè fatto d’immagini, si relaziona con gli altri e con il proprio mondo interno, trovando spazi di incontro che gli procurano benessere.

Questo perché l’arteterapia sa creare una connessione fra il corpo e la psiche: creare armonia fra le nostre due anime. Attraverso “il fare” si mobilitano energie, si rafforza il senso di identità e cresce l’autostima.

A chi si rivolge?

In generale, il metodo arteterapeutico è un valido strumento per tutte le persone interessate al proprio equilibrio psicofisico. Nello specifico, si possono individuare tre settori d’intervento:

EDUCAZIONE: nelle scuole di ogni genere e grado, sia con l’infanzia che in adolescenza, per dare un nome alle emozioni del proprio vissuto interiore.

RIABILITAZIONE: in particolari periodi della vita contraddistinti dal mutamento (gravidanza, genitorialità con-divisa, menopausa…), per ridurre lo stress e recuperare un buon equilibrio psicofisico.

SALUTE: nelle cooperative di recupero, nelle cooperative sociali, nelle case di cura, rispettivamente con persone con condotte trasgressive, con persone con disagi fisici, psichici, con anziani affetti da patologie degenerative.

L’esperto in arteterapia, stimolando la messa in moto del processo creativo, crea l’atmosfera più adatta perché l’utente (adulto o bambino) possa acquisire una maggior consapevolezza di sè.

L’atelier è il luogo accogliente dove si è liberi di creare senza condizionamenti nè giudizio, nel rispetto di alcune regole condivise.

Quali sono i materiali artistici?

I materiali artistici, quando vengono utilizzati all’interno di un atelier di arte terapia, hanno la funzione di facilitare la fuori uscita delle emozioni e dei sentimenti. Ogni materiale, per le caratteristiche che presenta, è più o meno adatto per determinate stimolazioni. Maggiore è la scelta del materiale, più variegato sarà il ventaglio di possibilità di espressione e comunicazione.

I materiali grafici e plastici possono essere suddivisi in tre categorie:

  • colori utilizzabili a secco (materiali utilizzati direttamente, senza la mediazione di pennelli o altro)
  • colori ad acqua
  • materiali plastici (crete e argille o materiali di recupero)

 

Anche il supporto su cui dipingere fa parte dei materiali. È opportuno avere la possibilità di sceglierne la consistenza, il colore e il formato.